Alessandro Preziosi in “Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco”

Scritto da su 12 Novembre 2019

L’attore salirà sul palco del Teatro Nuovo di Verona dal 19 al 24 novembre.

Giunto alla sua trentaquattresima edizione, la rassegna “Il Grande Teatro 2019-20” propone dal 5 novembre al 22 marzo tre allestimenti ispirati alla letteratura, uno al cinema, un classico di Sofocle, due testi teatrali contemporanei (uno su Vincent van Gogh e uno sulla solitudine sociale) e un “assemblaggio” delle presenze del personaggio Falstaff nelle opere di Shakespeare. Tra gli attori, Alessandro Preziosi, Silvio Orlando, Elena Ghiaurov e Sergio Rubini. Grande attesa per la prima regia teatrale di Ferzan Özpetek.

Questa settimana, dal 19 al 24 novembre, protagonista della rassegna “Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco” di Stefano Massini, una produzione Khora.teatro e TSA – Teatro Stabile D’Abruzzo in collaborazione col Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Al centro della rappresentazione, con la regia di Alessandro Maggi, l’attore Alessandro Preziosi.  Il serrato dialogo tra Van Gogh – internato nel manicomio di Saint Paul de Manson – e suo fratello Theo, propone un oggettivo “grandangolo” sulla vicenda umana dell’artista e ne rivela aspetti sommersi. Van Gogh è nella stanza di un manicomio che ci appare nella devastante neutralità di un vuoto. Il ragionato tentativo di Van Gogh è quello di sfuggire all’immutabilità del tempo, all’assenza di colore alla quale è costretto, a quell’irrimediabile strepito perenne di cui è vittima cosciente dentro a quel granitico “castello bianco” dove è rinchiuso. Perennemente in dubbio sull’esatta collocazione e consistenza della realtà, la messinscena è sospesa tra il senso del reale e il suo esatto opposto.

Per il calendario completo della rassegna visitare il sito del Teatro Nuovo.


Opinioni del lettore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *



Current track

Title

Artist