Boris Savoldelli: cosa può insegnarci il jazz, musica di libertà

Scritto da su 30 Luglio 2020

Boris Savoldelli, musicista bresciano, ci trasporta e lascia entrare nel mondo jazz, genere che lo vede tra i maggiori rappresentanti a livello nazionale e internazionale.
Boris non può certo definirsi musicista nel modo standard con cui pensiamo a questa professione: egli infatti sperimenta il proprio strumento, la voce, per toccare suoni d’avanguardia giocati con elettronica e loop station.

La sua ecletticità gli permette di spaziare diversi generi musicali e progetti più disparati con importanti collaborazioni, nonché di viaggiare il mondo incarnando quello che è il sogno di ogni giovane musicista: fare del viaggio una musica.
Ma a cosa deve questa capacità elastica? Forse proprio alla cultura musicale della quale è impregnato e di cui ci ha parlato, quella specifica jazzista.

Boris, docente di Canto Jazz presso i Conservatori “Benedetto Marcello” di Venezia e “Luca Marenzio” di Brescia, spiega cosa il jazz può insegnare ai giovani.
Jazz significa libertà, nonostante il genere sia spesso sacrificato, considerato impenetrabile ed eccessivamente celebrale. Certamente lo studio richiede molto lavoro, concentrato non solo nella tecnica ma anche nella ricerca di una propria personalità timbrica e sonora, ma da questa si può arrivare ad «avventurarsi in un mondo che può cambiare secondo le nostre esigenze e secondo quello che noi vogliamo esprimere», Boris afferma.

Guarda l’intervista a Boris Savoldelli:

Il jazz dunque non è solo complessità ma anche naturalezza, custodita dalla creatività esposta durante l’improvvisazione. Rappresentando un vero e proprio modo di pensare e non solo di suonare il jazz non preclude le possibilità di sviluppare o integrare ogni altro stile musicale.

L’attività di Boris non ha avuto pause in quarantena: il suo prossimo progetto Hari Ketiga vedrà l’uscita entro la fine dell’anno con etichetta discografica Moonjune Records (NYC); in formazione avrà artisti di rilievo quali DWIKI Dharmavan (piano e moog), Asaf Sirkis (batteria e percussioni), Markus Reuter (touch guitar) infine lo stesso Boris Savoldelli (voce e elettronica).
Potete rimanere aggiornati sui suoi progetti al sito internet www.borisinger.eu , su Facebook BORIS SAVOLDELLI, Instagram borissavoldelli e canale YouTube.

 


Opinioni del lettore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *



Current track

Title

Artist