Campionati Italiani di Rafting: li racconta il campione Pietro Fratton

Scritto da il 8 Novembre 2021

Venerdì 5 novembre puntata speciale di Adige Sport con Valentina Farina, che ha intervistato un ospite importante. Lui è il campione mondiale di rafting Pietro Fratton, che è salito sul podio e ha ricevuto la medaglia d’oro a luglio di quest’anno per i Mondiali di rafting 2021 tenutisi in Francia.

E’ veronese il campione Mondiale di rafting 2021

Nell’intervista, Pietro ci ha raccontato di sé e di com’è nata la sua passione per il rafting. «Innanzitutto sono un ragazzo di Verona, e mi sono approcciato al mondo degli sport fluviali attorno al 2014. In quell’anno ho iniziato a fare canoa slalom presso il Club Verona, che si era da poco stabilito nella nuova sede al Centro Sportivo Bottagisio vicino al Chievo, e da lì ho iniziato quella disciplina per 4/5 anni, anche facendo qualche gara. Poi ho conosciuto Zeno, mio attuale compagno di squadra, che mi ha tirato dentro il team che lui stava creando. Da lì inizia il rafting: dal 2017 sono un atleta a tutti gli effetti. Dal 2018 gareggio nella squadra della Nazionale italiana e ci alleniamo ai raduni organizzati dalla Federazione».
Lui e i ragazzi del team sono seguiti direttamente dal Commissario Tecnico della Federazione e dall’allenatore. «Giriamo il mondo scendendo fiumi come dei pazzi in tutte le stagioni. D’inverno c’è freddo d’estate è molto adrenalinico… però insomma, ci divertiamo sempre!».

Il Campionato italiano di Rafting cavalca le onde dell’Adige

Domenica 7 novembre inoltre, Verona ha ospitato il 34° Campionato Italiano di Rafting 2021, reso possibile dalla Federazione Italiana Rafting e organizzata da Rafting Team Verona ASD, in collaborazione con il Canoa Club Verona ASD. Pietro ha partecipato alla manifestazione nella sua città, che ci ha raccontato in anticipo nell’intervista: «Si parte dalla Diga del Chievo di fronte alla sede del Verona. Le gare del rafting sono composte da tre discipline: la down River, cioè la discesa classica e in cui si percorre un tratto di fiume che è variabile. La gara va dai 15 ai 45 minuti a seconda dell’organizzazione. Poi c’è lo slalom, un percorso in cui si tiene il tempo. Infine c’è la RX, che è la nuova disciplina che è stata proposta alle Olimpiadi: si fa prima uno sprint di qualifica, quindi si fa una sorta di scatto sul tratto del campo slalom (saranno dai 150 ai 300 metri) in cui viene registrato il tempo. Sulla base di quest’ultimo si fanno degli accoppiamenti con le altre squadre, e si parte in due gommoni affiancati. Inizia infine una bella battaglia che viene guidata da un percorso obbligato da seguire».

Nella competizione di quest’anno c’è stata la meravigliosa partecipazione di ben 60 equipaggi e più di 160 atleti,  alcuni in doppia gara ma comunque in numero record per il 2021. Il via è stato disposto alle 10.00 circa con la fase sprint dove i gommoni hanno sfrecciato lungo il tratto del campo slalom. Al termine poi la gara di hydrospeed, un’altra disciplina associata alla Federazione Italiana Rafting in cui si scende in fiume con le pinne, la muta e una sorta di tavoletta gonfiabile in cui ci si attacca con le mani. Assomiglia ad una piccola barchetta che aiuta a nuotare più velocemente e a resistere alle onde.

Dall’Euro Cup alle qualificazioni per i Mondiali 2023

I compagni di squadra con cui Pietro ha gareggiato anche ai Mondiali (che insieme formano il quartetto “Dream Team“) sono Zeno e Fabio Martini, fratelli, e poi Lorenzo Mastella. «Siamo insieme dal 2018, perché Lorenzo si è aggiunto nell’inverno dell’anno precedente. Da lì non ci siamo mai fermati e affrontiamo ogni sfida con grande passione». Inoltre, è stato steso da poco il calendario agonistico per la prossima stagione: da febbraio il Team sarà impegnato nelle gare internazionali di Euro Cup che partono dalla Croazia, poi sarà la volta della Bulgaria, della Turchia e del Kosovo, protagonista anche del Mondiale under 19 e under 23. La quarta prova di Euro Cup sarà invece in Italia, in Valtellina, che sarà inoltre il setting del Mondiale 2023. «Siamo pronti per un altro anno carico di emozioni. Sicuramente affronteremo tutto con grande entusiasmo» conclude Pietro.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista