Freccia 45: per l’amore e la cura dei nostri amici animali

Scritto da il 29 Aprile 2021

Ospite di oggi a Tutti Amici è stata Anna Marano, di Freccia 45, l’associazione dedita alla difesa e cura degli animali.
Freccia 45 collabora per vari progetti; tra questi Anna ha ricordato I-Care, centro di Ricerca che ha salvato oltre 17.000 animali dai laboratori di vivisezione, oltre al  progetto SOS cervi. Freccia 45 è una realtà impegnata all’amore vero e incondizionato per gli animali e non essendo una Onlus tutto ciò viene speso per loro è frutto di donazioni e partecipazioni attiva degli iscritti e volontari.

Una storia toccante e d’esempio umanitario riportata durante la puntata è quella di Dakar, un cagnolino fortunato. Anna Marano racconta:

Il cagnolino Dakar, salvato dall’amore e dall’affetto di persone straordinarie.

«Il protagonista di questa avventura è Dakar, un meticcetto che approda in condizioni critiche al sanitario di Verona, dove Alda e Daniela si apprestano a vaccinarlo, curarlo ma anche a constatare un danno probabilmente irreversibile alla colonna vertebrale. Ciò significa paralisi dal bacino in giù.
Non essendo purtroppo il sanitario e neppure l’associazione ENPA attrezzati per casi simili, la sorte del piccolino sembra segnata e indirizzata inesorabilmente alla soppressione.
Viene però fatto un tentativo avvisando in questo caso l’Associazione Freccia 45.
Anna senza pensarci un attimo decide che Dakar venga intestato all’associazione e si offre per ospitarlo a casa sua in attesa di collocazione presso un centro appositamente attrezzato. Dakar è un cane ormai fobico, diffidente verso le persone, difficilmente si lascia toccare o accarezzare.
La pazienza e l’amore però si sa…possono tutto, ed Anna riesce a fargli prendere quel minimo di confidenza e di fiducia che lo porta ad una convivenza pacifica con lei e con gli altri animali di casa.

Nasce in seguito un gruppo di volontari che si offre di sostenere le spese per la riabilitazione di Dakar e per l’acquisto di un carrellino per la deambulazione.
Dakar sembra accettare molto bene il suo carrellino: gli viene insegnato ad usarlo, viene stimolato a muoversi e nel giro di poco il piccolo prende pieno possesso delle sue nuovissime “zampette meccaniche”.

Arriva allora il momento di tentare un’impresa quasi impossibile: trovargli una famiglia!
La scelta di portare a casa un cane con le patologie di Dakar non era certamente facile ma Barbara Nalesso, attraverso le proprie amicizie, contatta una famiglia che definire meravigliosa sarebbe ancora sminuirla.
Si tratta di Andrea Chiara Sara e Christian: il nuovo arrivato si adatta velocissimamente al loro immenso amore.

Il logo di Freccia 45

Era un cane schivo, pauroso, diffidente verso gli esseri umani…ora vuole le coccole, corre fiero col suo carrellino, ora conduce branco in passeggiata ed il suo sguardo è cambiato così come la sua espressione, il suo abbaio, il suo approccio col mondo che lo circonda. Il miracolo dell’amore….una storia a lieto fine che ha come protagonisti una lunga serie di persone che non si sono arrese e che hanno creduto fortemente che la vita è un dono preziosissimo. Se non fosse stato per loro questa vita sarebbe stata cancellata con una piccola iniezione e questo meravigliosa creatura avrebbe raggiunto chi purtroppo non ha avuto le sue stesse chances».


Opinione dei lettori
  1. Anna Marano   Di   30 Aprile 2021 alle 00:24

    Grazie per aver dato visibilità a Dakar, nella speranza che la sua storia possa aprire la strada a sempre più cani disabili

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista