Giraffe: animali sensuali emblemi del blues

Scritto da il 31 Agosto 2020

Giraffe è il singolare nome d’arte che Lorenzo ha scelto per il suo personaggio artistico. Non fatevi ingannare, il termine non allude a significati particolari, ma proprio a quello che richiama: l’immagine della giraffa.
«Ho una vera e propria passione per questo animale: sensuale ma al tempo stesso imponente. Trascrive alla perfezione il mio genere d’appartenenza, il blues». Nel blues la chitarra e la voce di Giraffe trovano la propria dimensione, pennellata da un sound seducente sopra un tappetto di groove.

La scelta dell’animale si lega poi ad un altro curioso aneddoto. Lorenzo e i suoi amici erano soliti incontrarsi e suonare in un locale «venivamo spesso a questo bar a Tarquinia dove servivano caraffe di birra chiamate proprio giraffe».

Quasi come sussurrato dal destino, questo animale non poteva che disegnare la sua identità.

Guarda l’intervista a Giraffe: 

Con zampe nere e manto giallo Giraffe lancia il suo nuovo pezzo RUOK. Sciolto nella domanda «are you ok?», «come stai?», vuole proprio far riflettere l’ascoltatore sulla singolarità di questo quesito all’apparenza semplice, spesso seguito da una risposta scontata. Eppure è un interrogativo che proietta in una frazione di secondi uno stato d’animo; proprio per questo Giraffe ha voluto riconsegnargli la sua importanza, intercalandolo nello specifico in una relazione amorosa dove un ragazzo chiede alla propria ragazza se sta veramente bene.

Con gli intrecci pop scivolati nel blues di RUOK Giraffe ci invita a conoscere di più il suo mondo.
Per farlo basta seguirlo sulle sue pagine Instagram giraffe_postdi e Facebook Giraffe_official oltre ad ascoltarlo su tutti i digital stores.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista