L’editoria secondo Corrado Polini

Scritto da il 9 Ottobre 2021

Corrado Polini, proprietario della casa editrice Poliniani, non è un editore come gli altri. A guidare l’attività è il filone dell’editoria illustrata: una passione, prima di essere un lavoro, come ci ha raccontato Corrado durante la trasmissione “Buongiorno Verona Live“.

«La mia genesi è stata ibrida, nel senso che ho fatto un percorso grafico e poi, da bibliofilo incallito sono diventato un grande collezionista di libri fin dai tempi dell’università. Spontaneamente  sono maturate e confluite queste due linee ed eccomi qua. Il fumetto l’ho scoperto tardi, o meglio, con il fumetto classico di Topolino ci sono cresciuto come penso molti di noi. Poi però il fumetto come graphic novel l’ho scoperto con il tempo. E poi una volta che ci si entra è un po’ come col teatro, non se ne esce più» ci ha confessato Corrado.

Sul mondo dell’editoria e su come se l’è passata durante la pandemia: «Questo è stato un settore un po’ in controtendenza rispetto agli altri. Nel senso che secondo i dati AIE (Associazione italiana editori) è un settore che generalmente è cresciuto di quasi il 30% e le librerie indipendenti hanno ricevuto un grande boost dalla riapertura, nonostante siano state chiuse per molto tempo. L’editoria di settore, come potrebbe essere il fumetto, ha funzionato molto bene grazie anche al trend di Amazon e di Netflix che, pubblicando moltissimi “Anime”, hanno aiutato la cultura pop del cartone animato ad essere diffusa».

Spazio anche al Lucca Comics, nel quale Poliniani Editore avrà uno stand: «Stiamo lavorando a moltissime pubblicazioni e tante verranno annunciate a Lucca Comics quest’anno, a fine mese. Orgogliosamente avremo il nostro stand parcheggiato e quindi avremo diversi panel, diverse anteprime, diverse collane da annunciare. L’editoria illustrata è qualcosa che abbraccia un pubblico ampio e che può comunicare a diversi livelli quindi c’è una sinergia fra testo immagine e che può essere interpretata e questo ci piace moltissimo perché poi alla fine l’obiettivo dell’editoria è quello di cercare di fare qualcosa per l’oggi, ma soprattutto per il domani».

Guarda l’intervista:


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista