Licia Massella, l’arte come passione imprescindibile

Scritto da il 7 Ottobre 2021

Per la gallerista e scultrice Licia Massella, l’arte è sempre stata presente nella sua vita. Da bambina e poi da adulta, la creatività e l’amore per l’arte in tutte le sue forme è sempre stata imprescindibile e l’ha portata ad aprire la sua galleria: “Galleria Massella”. Ora, dopo anni e una pandemia di mezzo, il mondo artistico sta tornando a respirare e a regalare alcuni capolavori nati proprio durante il lockdown, come ci ha confermato Licia, intervenuta a “Buongiorno Verona Live”.

«È stato un anno meraviglioso e si è coronato con un simposio di cinque giorni, dal 30 giugno al 4 luglio, con 11 scultori che hanno trasformato tronchi di alberi divelti dalla tempesta dell’agosto 2020, in sculture ancora visibili al bastione San Zeno» ha detto Licia.

«Ci saranno altri lavori nei prossimi mesi. Galleria Massella nasce anche con l’intento di portare l’arte alla gente anche nei locali pubblici. Giovedì 7 ottobre ci sarà la mostra di Cesare Papiccio all’Osteria Dogana Vecia. Sabato ci sarà una new entry di Galleria Massella, Massimo Tenuti, con “Destinazione Parigi”. Il clou sarà la mostra di Gianni Franceschini: rappresenta la mia passione per il teatro e sarà l’anniversario di apertura di Galleria Massella, nata il 16 ottobre di 16 anni fa. La mostra di Franceschini si intitolerà “Respiro”, dato che è stato ricoverato per Covid».

Guarda l’intervista:


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista