Premio Scrivere per Amore, la XXVI edizione è alle porte

Scritto da il 15 Ottobre 2021

Manca poco alla serata finale della XXVI edizione del Premio Scrivere per Amore, il contest letterario dedicato all’amore, organizzato dal Club di Giulietta. Un appuntamento diventato ormai tradizione per i veronesi e non solo, che possono partecipare a serate con autori, dialoghi su tematiche legate al concorso e tanto altro. Quest’anno la kermesse si svolgerà dal 20 al 23 ottobre e si aprirà in Valpolicella con una serata insieme a Matteo Bussola e Paola Barbato. A parlarci del Premio è stata la presidente del Club di Giulietta, Giovanna Tamassia.

«Il premio è nato tanti anni fa e siamo arrivati quest’anno alla 26esima edizione. Quindi la prima edizione è stata nel 1996. Ricordo ancora il vincitore: Giampaolo Pansa e abbiamo sempre avuto degli scrittori, autori di pregio ed è un premio che a Verona nasce per un motivo. Verona è considerata in tutto il mondo città dell’amore e quindi abbiamo pensato di inventarci un premio dedicato alla narrativa. Tutti i grandi romanzi della letteratura, se pensiamo, sono romanzi più o meno d’amore, che è il tema principale della letteratura e della poesia. Le case editrici inviano molti romanzi e c’è una giuria che sceglie la terna dei finalisti e da alcuni anni appunto abbiamo creato questo evento che è un po’ un salotto letterario perché i finalisti vengono per parlare dell’amore conversare e presentare il loro libro».

«Io direi che l’amore è forse il tema fondamentale nella vita di ognuno. Diciamo che il tema dell’amore è sempre attuale soprattutto nei libri. Io credo che il libro sia ancora oggi insomma un oggetto molto usato».

Tanti gli appuntamenti previsti, dal 20 al 23 ottobre, come incontri con gli autori, fino ad arrivare alla serata conclusiva del 23 ottobre durante la quale verranno sanciti i vincitori: «La grande serata sarà in sala Maffeiana con i tre finalisti che sono i tre libri che verranno presentati: Catena Fiorello Galeano presenta il suo romanzo “Amuri”. E poi abbiamo Jordi Lafebre che è un autore che arriva da Barcellona con un graphic novel bellissimo dal titolo “Nonostante tutto” e poi Elena Loewenthal con “La carezza”».

Guarda l’intervista:

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista