Roberto Zanetti e la musica che fa viaggiare con il disco “Mother Africa”

Scritto da il 22 Ottobre 2021

È una storia d’amore che dura da più di 20 anni quella tra Roberto Zanetti e la musica, in particolare il pianoforte. Pianista, compositore e insegnante, Roberto non ha mai smesso di fare musica insieme al suo quartetto, con il quale ha dato vita al disco “Mother Africa“, composto durante il primo lockdown del 2020. A parlarcene è stato proprio Zanetti, intervenuto durante la trasmissione “Buongiorno Verona Live”.

«La mia carriera è iniziata ancora fin da piccolino quando nella parrocchia del mio paese suonavo l’organo della chiesa, dopo pian pianino ho voluto sempre più approfondire il discorso musicale. Mi sono iscritto al Conservatorio, ho studiato e ho fatto un percorso musicale studiando composizione. Da tantissimi anni insegno alla Scuola Civica di Verona e oltre a questo faccio anche il compositore. Sono ormai al settimo disco che ho co-prodotto, dedicato all’Africa, che non ho mai visitato: è stato un viaggio virtuale» ha spiegato Roberto.

«Il disco l’ho scritto nel primo lockdown ed è stato registrato proprio nel secondo periodo: non ha avuto bisogno tante di tante lavorazioni perché, come si dice in gergo musicale, è stata “buona la prima”. Dentro c’è anche Nicolò Sordo, che posso considerare un mio figlioccio perché fin da piccolo, al grest, mi dava una mano. Col passare degli anni lui ha studiato e ha fatto la scuola di arte drammatica a Venezia. Con lui abbiamo collaborato nella stesura di un cortometraggio che ha dedicato alla Bit Generation e dopo abbiamo fatto anche spettacoli. E Nicolò ha partecipato anche al disco: come tutti i dischi che produco, metto sempre un brano che rappresenta le mie origini, cioè la musica liturgica, e anche in questo disco c’è un brano che si cantava anticamente in chiesa e su questo brano Nicolò Sordo recita una poesia di David Mandessi Diop».

Guarda l’intervista:


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista