Smart Music, Cristina Pimazzoni: respirando la disco dance

Scritto da il 29 Gennaio 2021

Torna a grande richiesta una nuova puntata di Smart Music, il format di Radio Adige TV canale 640 condotto dai mitici Alain Marchetti e Annalisa Mazzolari. Dal lunedì al venerdì, alle 19.30, Smart Music dà voce agli artisti emergenti e affermati del panorama musicale. Agguerriti concorrenti si sfidano a colpi di inediti per aggiudicarsi il Premio Radio Adige TV. Il migliore porterà a casa un ricco bottino: un anno di promozione della propria musica sul canale 640, la copertina del magazine Pantheon, interviste in esclusiva e tanto altro.

A scegliere il vincitore la giuria più severa: il pubblico da casa. Per votare il preferito basta lasciare like al post dell’artista sulle pagine Facebook e Instagram fino al 10 febbraio. Il più talentuoso verrà premiato in una grande serata finale, esclusivamente live, prevista per l’11 febbraio.

Special guest di questa puntata, l’iconico Rolando Giambelli.

Il poliedrico Rolando Giambelli 

Chitarrista, cantante, giornalista, fotografo, musicista, fondatore e presidente dell’associazione “Beatlesiani d’Italia Associati” e organizzatore del tradizionale Beatles Day, l’evento nazionale più significativo dedicato all’arte dei Beatles.

Membro di diversi gruppi di successo nel corso della sua carriera e apprezzato ospite televisivo in svariate trasmissioni televisive di fama non solo nazionale. Arista poliedrico dotato di un talento versatile e una fantasia ben oltre gli schemi.

Nel 2001 ha pubblicato il volume: “Twin Towers Forever”, il primo in Italia a raccontare la storia delle torri gemelle di New York attraverso immagini fotografiche irripetibili.

Secondo concorrente di questa scoppiettante puntata: è con noi a Smart Music Cristina Pimazzoni.

Capelli rosa girl power e rossetto rosso a evidenziare il sorriso contagioso, Cristina Pimazzoni è sempre positiva e piena di progetti: «La mia passione per la musica nasce quasi 30 anni fa, quando ho sostenuto le selezioni provinciali dello Zecchino D’Oro. Avevo 4 anni ed è sbocciato un amore viscerale e travolgente che mi accompagna ancora oggi, ogni giorno più intensamente di quello precedente».

Il suo stile si ispira alla disco dance anni ’70-’80: «Adoro artiste come Donna Summer, la loro energia e il loro talento sopra le righe. Per dote vocale mi trovo a mio agio con sonorità blues, un po’ scure. Infatti, porto in gara a Smart Music l’iconico brano Don’t play that song di Aretha Franklin».

 

Guarda l’intervista e scolta il brano

 

«Ho scelto questo pezzo perché veicola forza e tenacia, incita a tira fuori le unghie e ad andare avanti: lo stimolo che serve a tutti in questo momento storico di difficoltà. Con la musica voglio incoraggiare: non arrendetevi mai e vivete fino in fondo con tutta l’energia che avete dentro».

Oltre a essere una talentuosa artista, Cristina Pimazzoni è anche una coach e si occupa di educazione al respiro: «E’ una tecnica importante, fondamentale per noi cantanti. Di recente, avvalendomi di supporto medico, ho scoperto che è un esercizio di recupero per chi si è ammalato di covid: tornare a respirare correttamente richiede tempo ma con questi esercizi si può migliorare rapidamente. Poter aiutare le persone fornendo una sorta di guida mi fa stare bene».

Per votare Cristina Pimazzoni come artista preferita basta lasciare un like al suo post sulle pagine social di Radio Adige Tv fino al 10 febbraio.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista