Smart Music, Nicolò Protto: «Origami di note e follia»

Scritto da il 10 Febbraio 2021

Smart Music torna a grande richiesta in radiovisione e si avvia verso la conclusione. Ultima puntata prima del grande live finale di domani in cui scopriremo il vincitore. Imperdibile diretta alle ore 21.

Boom di ospiti e concorrenti per la nuova puntata del contest musicale targato Radio Adige Tv. Sul canale 640 si sfidano a colpi di inediti i migliori artisti affermati ed emergenti del panorama musicale. Agguerrita competizione per accaparrarsi

il Premio Radio Adige Tv. Il più talentuoso porterà a casa un ricco bottino: un anno di promozione sul canale 640, l’inserimento del brano nella compilation di Radio Adige, la copertina di Pantheon, interviste in esclusiva e tanto altro.

A scegliere il fortunato vincitore la giuria più severa: il pubblico da casa. Votare è semplice, basta lasciare like al post dell’artista o della band preferita sulle pagine Facebook e Instagram di Radio Adige Tv fino al 10 febbraio.

Conto alla rovescia per la grande serata finale di domani, 11 febbraio alle ore 21: uno scintillante live in cui verrà svelato il nome del vincitore in compagnia di grandi ospiti della musica nazionale.

Chiusura in grande stile sempre con i nostri magici conduttori che ci hanno accompagnati in questo sorprendente percorso alla scoperta della musica: Alain Marchetti e Annalisa Mazzolari.

Dulcis in fundo, ultimo sopite di questa meravigliosa avventura musicale, lo chef degli chef: Andrea Cesaro.

Chef Cesaro sulla copertina del suo libro

Classe 1988, nasce a Montagnana dove si diploma all’istituto alberghiero come cuoco-enogastronomo.

Tanti anni di gavetta in diversi ristoranti e al fianco di celebri chef in numerose cucine: un periodo fondamentale di formazione professionale e di ricca esperienza umana che lo ha portato ad essere lo chef che tutti conosciamo oggi.

La sua cifra vincente è il talento ma, nonostante il successo, non si ferma: Andrea Cesaro continua a studiare cucina e sperimentare ricette originali con accostamenti di sapori pionieristici.

Collabora con numerose aziende e ristoranti oltre a essere un docente di laboratorio di cucina presso il centro di formazione professionale a Este, in provincia di Padova.

Oltre la cucina, l’atro grande amore della sua vita è la musica: «Amo la musica, suono la chitarra ed amo cantare. Non può esserci cucina senza musica, non può esserci un buon piatto senza musica, non può esserci una buona vita senza musica».

Si alza il sipario sull’ultimo concorrente di questo straordinario viaggio musicale: at last but not least, Nicolò Protto.

«Sono sempre alla ricerca del mio baricentro, del mio equilibrio tra le note. Dal 2016 mi occupo di musica inediti e ho all’attivo due album: una grande soddisfazione ma non mi fermo».

La sua musica si contraddistingue per origami di parole: «Mi piace giocare con le parole e intrecciarne significati per tessere strutture sempre nuove e mai banali. Sfoggio sempre freddure e giochi di parole spinosi che non lasciano mai indifferenti».

La musica è la sua grande passione per la quale è disposto a sacrificare tanto: «Mi sono licenziato dall’azienda in cui lavoravo per dedicarmi esclusivamente alla musica. Voglio fare il musicista perché è  quello che sono. Peccato però che il fato mi abbia messo i bastoni tra le ruote scatenando un pandemia globale. Ma non mi faccio fermare da niente: continuo a scrivere e comporre a testa alta perché so che tornerà la primavera».

Nicolò Protto è in gara a Smart Music con Voglio vivere in America: guarda l’intervista e ascolta il brano

 

Ironico, irriverente e a tratti bizzarro: sicuramente Nicolò Protto non è uno di quelli che passano inosservati e la sua musica non si dimentica facilmente. La clip è perfettamente in linea col suo stile geniale: «Avevo scritto questo brano nel 2016 in occasione della vittoria di Trump. Il singolo è uscito solo ora in ritardo rispetto all’evento che lo aveva ispirato ma, nonostante il lasso temporale, il messaggio rimane integro. Il video è home made ed è il frutto del mio ingegno visto che è stato girato quando eravamo tutti serrati in casa».

Sempre fuori dagli schemi, Nicolò Protto, ha tanti progetti in cantiere: «Ho intenzione di far uscire un mini album con due brani inediti a cui sto lavorando. E’ una specie di lancio vintage evocando i 45giri con le due tracce A e B. Questa volta l’ispirazione viene dall’oriente, dal Giappone. Ne vedrete e sentirete delle belle».

Per votare Nicolò Protto come artista preferito basta lasciare like al post sulle pagine social di Radio Adige Tv. Affrettatevi, il tempo sta per scadere!

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista