Smart Music, Sam Delacroix: musica come terapia

Scritto da il 5 Febbraio 2021

Tutti insieme appassionatamente, tra un’aperitivo e l’inizio della cena, torna Smart Music: il format targato Radio Adige Tv dedicato alla musica di qualità. Gareggiano a colpi di inediti e sound travolgenti numerosi artisti emergenti e affermati. In palio l’ambito Premio Radio Adige Tv: il più talentuoso porterà a casa un anno di promozione musicale sul canale 640, la copertina del magazine Pantheon, interviste in esclusiva e tanto altro.

Giudice d’eccezione, la platea più esigente: il pubblico da casa. Per scegliere il proprio artista o band preferito basta lasciare like al post sulle pagine Facebook e Instagram di Radio Adige Tv: chi accumula più pollici e cuoricini verrà eletto vincitore in uno scintillante live previsto per l’11 febbraio con uno palinsesto ricco di ospiti e tanta musica di qualità.

Microfoni accesi per gli iconici conduttori Alain Marchetti e Annalisa Mazzolari che danno in benvenuto all’ospite d’onore di questa briosa serata: Maxy Sound.

Maxy Sound nel suo spaziale studio di registrazione

Manager e super esperto di musica, è produttore e proprietario di un’etichetta discografica. Nel suo spaziale e attrezzatissimo studio di registrazione incidono pezzi alcuni degli artisti più famosi dell’attuale panorama musicale.

A Bussolengo, in provincia di Verona, è allestito questo magico spazio dove ogni giorno si avvicendano numerosi artisti e cantanti per dare forma a quelle che diventeranno delle hit.

Deus ex machina dell’etichetta discografica, si occupa della regia e siede tutto il giorno alla postazione di comando.

Si alza il sipario sul primo concorrente della puntata: Sam Delacroix.

«La mia avventura musicale è iniziata molto presto: ho scoperto la musica con i primi concorsi canori da bambina. Poi è esplosa la mia vena cantautoriale grazie all’attenzione e alla cura nello scrivere: non potrei vivere senza. A 12 anni ho perso mio padre, è una ferita ancora aperta. L’unica cura, la sola terapia efficace per tentare di colmare quel vuoto è stata la scrittura: le parole mi aiutano ancora oggi e mi accompagnano ogni giorno permettendomi di essere libera».

Da questo fiume in piena che è la passione per il cantautorato, la musica inizia a diventare un vero e proprio lavoro: Sam Delacroix, all’anagrafe Samanthe Robecchi,  si esibisce nei locali facendo tanta gavetta fino a quando, nel 2011, incide il suo primo album da solista.

«Mi sono esibita al Palafiori a San Remo e ho cantato a Stranamore da Roberto Castagna. Un’etichetta ha notato la mia esibizione e ho avviato un’altra importante collaborazione con il cantautore Pierangelo Bertoli».

Sam Delacroix è in gara a Smart Music con il brano Oceani, un inno alla rinascita.

 

Ascolta l’intervista e guarda la clip

Una voce coinvolgente, poesia messa in musica per raccontare una profonda esperienza umana: quel senso di smarrimento, di perdizione e confusione che solo l’amore può placare.

«Il brano Oceani è stato pensato sia come una forme d’arte che come terapia. Oltre a essere musicista infatti, sono naturopata psicosomatica. Ho studiato psicologia e filosofia, ho intrapreso un percorso di formazione professionale che mi ha portato ad aiutare le persone usando come strumento la musica. E’ un mestiere coinvolgente che mi riempie il cuore, fare ciò che si ama aiutando gli altri non ha prezzo».

La musico terapia si serve del canto e delle tecniche respiratorie per ripristinare l’equilibrio fisiologico, del corpo, e della mente: «E’ un approccio liberatorio e innovativo. Tante persone, soprattutto a causa del covid, hanno la respirazione compromessa: la musica può aiutare a guarire».

Per votare Sam Delacroix come artista preferita basta lasciare like al suo post sulle pagine social di Radio Adige Tv fino al 10 febbraio


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista