Smart Music, Vea: «Esplosa è poesia contro le violenze»

Scritto da il 19 Gennaio 2021

Confezionata alla perfezione la nuova puntata di Smart Music, il nuovo format di Radio Adige Tv che da voce ad artisti emergenti e affermati del panorama nazionale. Sfida a colpi di note musicali per aggiudicarsi l’ambito Premio Radio Adige Tv: il vincitore porterà a casa un anno di promozione sul canale 640, la copertina del magazine Pantheon che vanta più 100mila lettori, interviste in esclusiva e tanto altro.

Ai microfoni di Smart Music, il grande ospite della serata è una delle coppie più famose della canzone italiana: i Jalisse, artisti, produttori, arrangiatori e autori. Fabio Ricci e Alessandra Drusian sono uniti a doppio filo in un sodalizio artistico e sentimentale.

Alessandra Drusian e Fabio Ricci: il duo indi pop dei Jalisse

Si incontrano nel 1990 all’interno di studi televisivi quando Alessandra sta vivendo le prime esperienze da cantante e Fabio è il tastierista della band Vox Populi.

Iniziano a conoscersi e a collaborare fino a quando, nel 1992, decidono di formare il duo Jalisse prendendo il nome da uno dei personaggi della serie tv I Robinson.

Tra un inedito e l’altro la coppia spicca il volo partecipando al Festival di San Remo del 1997. In gara nella categoria Big, con il brano Fiumi di parole, si aggiudicano il premio più ambito della musica italiana conoscendo un successo senza precedenti. Diventano così volti e voci note del panorama italiano e non solo: prendono parte all’Eurovision Song Contest a Dublino, classificandosi al 4º posto.

Fucina di idee e di brani a non finire, i Jalisse sono su tutte le piattaforme musicali con l’ultimo singolo Voglio emozionarmi ancora uscito nel 2020.

Primo concorrente di questa scoppiettante puntata, l’energia di Vea.

«Il mio personaggio nasce nel 2015 dopo aver partecipato a un seminario sulla canzone d’autore a Cremona. Sono stata selezionata dagli organizzatori e dai docenti del corso di musicologia provenienti dalla facoltà di Cremona. All’epoca, . Così è iniziata la mia avventura ero membro di una band in crisi ma questo team di esperti ha messo in luce il mio talento facendomi raccogliere le energie e il coraggio per avviare una carriera da solista che ci porta fino a oggi».

Look iconico e riconoscibile: taglio alla garçonne con ciuffo azzurro e occhiali neri dalla spessa montatura. Vea si caratterizza per sonorità decise e una naturale inclinazione a una melodia d’effetto.

«Il mio stile, inizialmente, ammiccava al pop. Il mio primo inedito, Posto Fisso, gridava il desiderio di riemergere da un’esperienza lavorativa soffocante. Poi, studiando e crescendo sia a livello professionale che personale, mi sono avvicinata a un mood più maturo e consapevole. Ho cambiato pelle ed esplorato altri mondi trovando una me profonda e autentica». 

Vea è in gara a Smart Music con il singolo Esplosa. Guarda l’intervista e ascolta il brano.

 

La canzone è un inno al coraggio e ad amare se stessi: «Il testo nasce da una chiacchierata con un’amica vittima di violenze. Ho sentito l’esigenza di trasformare questo dolore in una canzone delicata e gentile mettendo in note e poesia una confidenza, una ferita intima che solo la musica sa raccontare».

Il videoclip nasce dalla collaborazione con Eugenia Schia, autrice del luccicante body painting, e Anna Sofia Solano per riprese e montaggio.

«Mi sveglio la mattina e sento di essere musica. Ho capito dopo tanti anni e con molta fatica che non è solo una passione ma è un’esigenza. Nonostante le difficoltà riesco a dedicarmi ai miei progetti musicali avendo come ancora il mio secondo lavoro a contatto con i bambini: momenti di fantasia e innocenza che sono di grande ispirazione».

Per votare Vea come artista preferito e vincitrice del Premio Radio Adige Tv, basta lasciare un like al post sulle nostre pagine social.

Clicca qui e vota: hai tempo fino al 10 febbraio.

Facebook                 Instagram


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista