Tazenda: «siamo specialisti nel trovare le cose meno prevedibili possibili»

Scritto da il 22 Marzo 2021

Nicola Nite, cantante dello storico gruppo sardo Tazenda, parla ai microfoni della nostra Radio Adige TV, ospite a Tutti Amici.

C’è aria di nuova musica per la band, che il 26 marzo vedrà pubblicato l’album Antìstasis, anticipato dal singolo, ascoltabile da oggi su tutte le piattaforme, La ricerca del tempo perduto.

«L’embrione del disco nasce nel 2015;» racconta Nicola «nel  frattempo è andato sviluppandosi a livello di concetti, provini, proiezioni artistiche, che dopo tanto impegno e riflessioni stanno oggi per vedere la luce. È un prodotto nel quale siamo riusciti a inserire tanti contenuti, tantissima musica, portando diverse firme importanti tra le quali quella di Mogol»

Come anticipato, La ricerca del tempo perduto è il titolo del singolo di lancio, richiamo di matrice Proustiana compreso in un lavoro di spessore culturale. «Siamo specialisti nel trovare le cose meno prevedibili possibili. Siamo assidui ricercatori e lavoriamo con carica per rafforzare la nostra unione».

«Ma com’è allora essere un Tazenda?» chiede in risposta il nostro conduttore Alain Marchetti.
«In campo artistico siamo stati pionieri dalla nostra terra, per questo i Tazenda sono visti come eroi; quando incroci gli sguardi delle persone che ti ascoltano e osservano con ammirazione e speranza senti una forte responsabilità da mantenere, ma specialmente grande soddisfazione».

Appuntamento venerdì per ascoltare il loro nuovo album. Intanto, godetevene qualche anticipazione portando alle vostre orecchie il loro “tempo perduto“:


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista